Il commercio

E' un'attività molto antica, che ha favorito gli scambi culturali, il sapere dei popoli; pensiamo alle carovane del sale che attraversavano il nordAfrica.    
Non sempre però è stata un'attività favorevole ai popoli coinvolti: i secoli in cui l'Europa ha colonizzato il sud del mondo, dimostrano come il profitto personale prevalga spesso su ogni scelta etica.
Il commercio equo e solidale propone un'attività fondata sulla relazione e la conoscenza reciproca, vuole che non sia solo una “questione economica”, ma sia anche una “questione umana”, che al centro ci sia il rispetto reciproco e lo scambio del proprio sapere. Pone l'attenzione sul rapporto qualità-prezzo, senza però sottostare alle logiche del commercio tradizionale.

  • Se non frequenti una bottega equo solidale, fai con noi un piccolo test!

    Dove viene coltivato il tuo caffe' preferito?

    ...

    Dove e' stato prodotto l'ultimo capo di vestiario che hai acquistato?

    ...

    Spesso siamo poco informati. Controlla e navigando qua' e la' scoprirai orizzonti che ti stupiranno.

     
  • Equo

    Le scelte fatte durante il periodo delle colonizzazioni incidono ancora oggi sull'organizzazione mondiale dell'economia: tutto ruota intorno al Nord, che considera il Sud fornitore di materie prime da aggiudicarsi ad ogni costo e, quando è possibile e conveniente, passivo consumatore.
    E' equo un commercio che mette alla base un corretto uso delle risorse
    , un giusto riconoscimento del lavoro di ogni uomo, la libera scelta da parte di ognuno di esprimere le proprie potenzialità secondo la cultura locale; offre a tutti la possibilità di conoscere la realtà e di contribuire ad un cambiamento giusto e necessario, intessendo relazioni tra produttori, importatori e rivenditori, regolati da prezzo trasparente per tutti.

    E solidale

    Va riconosciuto che le regole del commercio tradizionale aggravano gli squilibri già in atto, perchè tutto ruota intorno agli interessi del più forte, di chi ha gli strumenti per gestire il mercato. Un'attività solidale ha come fine non solo il guadagno, ma soprattutto la giustizia e il rispetto dei diritti di tutti gli uomini; offre la possibilità ai produttori dei paesi poveri, sfruttati ed emarginati, di emanciparsi e riacquistare dignità, anche con la scelta di offrire prefinanziamenti e microcrediti.

User Login